Nino Amadore presenta i sovversivi

In terra di mafia la normalità è rivoluzione

via XI maggio 43, 91025 - Marsala (Sicilia)
-

I sovversivi di Nino Amadore: quando la normalità fa la differenza.

Le librerie sono un presidio di civiltà. Ogni volta che chiudono, un pezzo di società va via con loro. Muore. Sono luoghi di sovversione per antonomasia: vi si incontrano, spesso, intelligenze sveglie e curiose, uomini e donne che hanno il desiderio di conoscenza. Divoratori di libri, di giornali, signori spesso miopi che riescono a vedere lontano. E, si sa, curiosità e conoscenza sono i grandi nemici di chi non desidera che si disturbi il manovratore: i coltivatori dell’opacità sociale.
Nino Amadore, da “i sovversivi”

L’Incontro con Nino Amadore, uno spazio di riflessione che consente di tratteggiare i confini e le differenze tra società civile e cittadinanza attiva.
Infatti, mentre la società civile tende sempre più  a rattrappirsi nell'indifferenza e nell’ipocrisia, il ruolo della cittadinanza attiva permette invece la possibilità della riflessione e del vero impegno. In questo si avvicina al ruolo di coloro che spesso vengono identificati come “sovversivi”.
In questa connotazione abbiamo letto l’ultimo libro di Nino Amadore, uscito per i tipi della Laterza nella collana dei Saggi Tascabili, in cui l’autore delinea per un verso le necrosi di un Sud sempre più invischiato nella cultura di stampo mafioso, per un altro storie di persone che a queste necrosi reagiscono con la resistenza.
Il giornalista Giacomo Di Girolamo a conversare con l'autore.

Partners dell' appuntamento: RCM, Marsala.it e Libreria Giunti al Punto di Marsala.

Nino Amadore presenta i sovversivi - 1
  • Nome file: comunicato_stampa.docx
  • Dimensione: 91,73 KB
Avvia download
  • Nome file: rassegna_stampa_amadore.pdf
  • Dimensione: 163,60 KB
Avvia download
Commenti offerti da Disqus