Questa mattina

Questa mattina

di Leonardo Agate

Questa mattina
Questa mattina senza tempo 
il cielo
una carta da zucchero sbiadita
mi acchiappa.
Vedevo le Pleiadi
lassù stanotte
prima del sonno tumultuoso
di incerti desideri
sul letto non rifatto
di precedenti notti
nella camera senza archivio
in cui unica regolarità
ritmicamente m'immergo
come fosse naturale
passeggiare nei vicoli
odorosamente sporchi
di Honkonk
o guardare il leone
ai margini della boscaglia
nella savana che il sole stinge
del colore pazzesco dell'Olandese.
Se non ci fossi tu
ti dovrei inventare
amore mio dolce
che mi chiami
stremato allucinato
senza parole
nel flebile suono del violino sgangherato
di tramontana.
Per fortuna che ci sei
su salopette
di morbido cotone
brevi passi
con le tazzine in mano
i jeans 36
le forme che accompagnano il corpo
sotto il lembo della camicetta bianca
sbottonata sopra e sotto
che diventa realtà.
Grazie a te che profumi di donna
tra cucina e soggiorno
amore mio dolce
pupille nere puntute
àncora di salvezza
prima e dopo il naufragio
dell'anima.

Commenti offerti da Disqus