I suoni del tempo

I suoni del tempo

#barbarate

Rantola il motore della sconquassata motocicletta, ogni mattina, nel suo risalire stentato, su, lungo la stradina sinuosa, arriva alla piazza e per pochi secondi anticipa il rintocco della campana, segno del giorno nuovo.

Già prima dall'orto più vicino galline e gallo erano in movimento, tra il loro razzolare e lo sfasciumato suonare metallico, qualche passo tra notte e giorno ha già camminato une emozione.

Le finestre nel riaprirsi sulla valle sprigionano il buio pesto delle ore brevi, mai muto; i suoni silenziosi, lontani, ovattai della notte mi mescolano ora, così, semplicemente, a nuovo vivere. 

Commenti offerti da Disqus