Uno sguardo al cinema francese

Uno sguardo al cinema francese

Laboratorio di cinema francese

IL CINEMA DI MALLE, TRUFFAUT E GODARD

Laboratorio cinematografico – Sguardi di registi francesi

Cinefila sin dalla tenera, ho sempre avuto una passione assoluta per il cinema cosiddetto bianco e nero.

Siamo bombardati da nuove uscite cinematografiche mainstream che puntano, nella maggior parte dei casi, a fare “cassa”.

Tutto ciò in una città come Marsala viene aggravato dalla povera offerta dataci dalle sale cinematografiche presenti.

Ecco perché mi sono offerta di dare la possibilità a tutti di vedere dei film che oramai si possono guardare solamente a casa per conto proprio (li scarichi o li vedi in streaming se hai fortuna!).

Punto centrale di questo laboratorio è il cinema d’autore francese degli anni ’60. I registi che ho scelto sono Louis Malle, François Truffaut e Jean-Luc Godard. Vedremo insieme Gli Amanti e Ascensore per il patibolo di L. Malle; La sposa in nero e Jules Jim di F. Truffaut per finire poi con Il bandito delle undici e Questa è la mia di Godard.

Il laboratorio ha un duplice punto di vista, quello autoriale del cinema francese degli anni ’60 e ’70 (vedi Nouvelle Vague) e quello del rapporto tra regista e attori. Qui, infatti, i legami musa e regista sono identificabili nella dinamica Jeanne Moreau, Louis Malle e François Truffaut e di Anna Karina e Jean-Luc Godard.

Ogni proiezione sarò lietissima di guidarvi lungo questo percorso ragionato di cinema: temi, biografie ed elementi formali e/o tecnici verranno discussi a mo’ di presentazione frontale.

Venire a Otium per quel piacere degli occhi di cui tanto parlava Truffaut. Amo il cinema in modo viscerale, dico sempre che se c’è una religione… Quella si chiama Cinema

Beta Girgenti

Commenti offerti da Disqus